Archivio degli autori

Diordini@hightechpoint.it

CAMSCANNER – Crea documenti PDF dalle tue foto

Oggi analizziamo Camscanner, un utile applicazione che ti consente con una semplice foto di estrapolare il contenuto della stessa o di creare un documento PDF d condividere via mail, WhatsApp ecc…

Ora vediamo nel dettaglio come funziona l’applicazione, scaricabile da GPlay ( qui ):

Una volta scaricata la sua home è molto intuitiva e semplice. Naturalmente se è la prima esecuzione nella home non v i mostrerà lo storico delle scanzioni, come accade nel nostro caso, ma troverete una schermasta vuota e l’icona della fotocamera in basso a destra.

Screenshot_2016-05-24-09-19-13

LE FUNZIONI PIU’ UTILI

SCANSIONE DOCUMENTI

Cliccando li si aprirà il menu fotocamera e vi troverete come se steste per scattare una semplice foto dal cellulare ma con delle varianti.

Come vedete nell’immagine sottostante potete scegliere tra “Documenti” e “Codice QR”, cambiando cosi il modo in cui l’applicazione tratterà ciò che fotograferete.

Screenshot_2016-05-24-09-26-02

lasciando l’impostazione su documenti , Camscanner interpreterà l’immagine acquisita come un documento ( che sia testo,immagine o misto).

Potrete scegliere poi anche se fotografare un singolo documento o un documento contenente più pagine, semplicemente cliccando l’icona in basso a destra a forma di rettangolo bianco.

Screenshot_2016-05-24-09-26-

Cosi facendo simulerete una scansione multipla, come accade con le multifunzioni più comuni che scansionano simultaneamente anche decine di pagine in un unico documento.

 

LETTURA CODICI QR

Un altra funzione utile introdotta è la possibilità di scansionare codici QR.

Per farlo dovete procedere come per la funzione descritta sopra ma scorrere fino alla voce “Codice QR”, semplicemente trascinando il dito da sinistra a destra.

L’applicazione avvierà una scermata come per i classici scansionatori QR e vi chiederà di posizionare l’immagine davanti all’obiettivo.

Screenshot_2016-05-24-09-47-03

Una volta interpretato il codice vi rimanderà al contenuto da esso criptato (documento,link,immagine ecc)

CONVERSIONE FILE

Camscanner una volta scansionato i vostri file e immagazzinati vi darà la possibilità di scegliere come poter modificare,estrapolare o condividere i contenuti da voi fotografati.

Una funzione molto utile è quella di poter convertire l’immagine fotografata in un file di testo o PDF.

Per fare questo, non appena scattata la foto e, all’occorrenza ritagliato l’area che vi interessa, dato ok, l’applicazione vi rimanderà ad una schermata che visualizzerà il file appena acquisito.

Screenshot_2016-05-24-10-21-47-1

Per trasformarlo in PDF basterà cliccare l’icona “PDF” in alto e si aprirà Adobe reader (o il programma che usate per i pdf) che vi permetterà di salvare il file in formato PDF e condivederlo.

Un altra funzione utile di conversione è la quella denominata “OCR”, ossia la lettura di contenuti di testo da un immagine.

Per fare ciò procedete come descritto sopra, selezionate l’immagine acquisita e dalla schermata che si aprirà cliccate su OCR (icona con la lente d’ingrandimento).

Screenshot_2016-05-24-10-56-48
Screenshot_2016-05-24-10-55-25

 

Una volta fatto ciò, camscanner comincerà a scansionare l’immagine alla ricerca di testo da estrapolare (immagine 2) selezionando l’area letta in giallo.

Finita l’analisi dell’area vi aprirà un riquadro con il testo che è riuscito a catturare.

 

STORICO SCANSIONI

Come tutti i programmi o applicazioni che si rispettino, Camscanner ha uno storico delle scansioni o dei file immagazzinati che via via avrete analizzato.

Questo vi permette di andare a riprendere anche in futuro un file che vi può servire , salvarlo in PDF o testo e poi condividerlo con facilità.

LE SUE PECCHE

Sostanzilamente essendo un app molto semplice, ma non per questo banale, e molto fluida nei contenuti e chiara da comprendere, non abbiamo trovato pecche significative.

Se si vuol essere pignoli fino al midollo possiamo dire che abbiamo riscontrto alcune difficoltà con l’analizzatore OCR, ossia che analizzando un immagine con del testo abbastanza evidente ci ha rimandato un risultato con lettere a caso qua e la (il testo però è stato scritto a mano e la calligrafia rende l’OCR molto più impreciso).

 

VOTO: 9/10

 

Source: Applicazioni4You

Diordini@hightechpoint.it

DRIVVO – Gestisci i tuoi veicoli

Sei un maniaco dei conti? Tieni annotati sui tuoi blocchetti tutti i km che fai con l’auto o con i tuoi veicoli, con consumi, carburante messo ecc?

Da oggi non devi più impazzire perchè ti viene in  aiuto DRIVVO.

DRIVVO è un applicazione , simile ad un gestionale contabile, che ti permette di tenere sotto controllo ed annotare le tue spese di:

  • Rifornimento (con indicazione del prezzo/L, Kmetraggio effettuato fino a quel rifornimento…)
  • Assistenza e manutenzione (filtri,olio,gomme…)
  • Extra gestione (multe,pedaggi,biglietti…)

Drivvo è scaricabile dal PlayStore (qui) gratuitamente.

Al primo avvio drivvo vi lancierà una form dove potrete iscrivervi (tramite Facebook o Google o con la vostra mail) e successivamente una configurazione guidata dove vi mostrerà a grandi linee le sue funzioni principali e dove potrete settare i parametri del vostro veicolo (modello,anno,consumi,targa,peso…) cosi da dargli alcuni riferimenti utili per le sue funzioni.

 

LE FUNZIONI PIU’ UTILI

ANNOTA RIFORNIMENTO

Come gia descritto in intro, l’applicazione permette di annotare, ogni volta che lo effettuate, il vostro rifornimento carburante con tanto di tag Kilometrico, data, litri immessi, spesa totale e spesa/L.

Ora vediamo nel dettaglio come fare:

Il primo step è quello di avviare l’app ed aentrare nella sua facciata iniziale

HOME

Fatto ciò, cliccate nel tasto “+” e vi si aprirà un menu con scelte multiple

MENUOra non vi resta che cliccare alla riga “Rifornimento” e verrete indirizzati ad una terza schermata

RIFORNIMENTO

In questo form potrete finalemtne annotare tutti i dati del vostro rifornimento:

  • Data del rifornimento
  • Km totali effettuati: se è presente un rifornimento passato l’applicazione effettuerà la differenza tra il vecchio totale e il nuovo per stabilire quanti Km sono stati fatti con il precedente rifornimento. Questo è importante per far capire a Drivvo,grossomodo, la vostra media di consumo al KM.
  • Prezzo carburante: nell’esempio trovate 1.219
  • Spesa totale: cioè quanto avete speso per quel rifornimento (nell’esempio 58 €)
  • Litri immessi in serbatoglio: quest’ultimo dato (nell’esempio 47.58) verrà calcolato da Drivvo stesso utilizzando i dati precedentemente immessi.
  • Pieno e non pieno: la domanda di drivvo sul fatto di effettuare o meno il pieno del serbatoglio è per capire se quel quantitativo di carburante immesso è pari alla capienza totale del mezzo. Ovviamente se inserite cifre inferiori al vostro pieno dovrete togliere la spunta.
  • Tipo di carburante
  • Distributore: Drivvo vi permette anche di segnare il nome o la marca di distributore in modo tale da poter confrontare i prezzi nelle diverse stazioni in giro per il mondo, a distanza di giorni,mesi o anni.

Immessi i dati non vi resta altro che digitare il segno “v” in alto a destra e la “scheda carburante” del giorno sarà subito annotata.

 

TIENI CONTO DELLE SPESE

Quanti di noi si sono spesso chiesti: “ma quanto mi costa mantenere quest’auto? quanto ho speso questo mese per mantenerla linda e pinta?”

Be a meno che non siate dei geni contabili a tenere tutto a mente o che conserviate ricevute e scontrini è un compito un pò arduo. No problem, Drivvo ha pensato anche a questo.

Dal menu principale, digitando sempre il tasto “+” e scegliendo la voce “Spesa” o “Manutenzione” potrete accedere a dei menu dove annotare tutto ciò che riguarda le spese di manutenzione,accessorie o extra del vostro veicolo.

Menu manutenzione
Menu spesa

Potrete annotare:

  • Data della spesa o della manutenzione
  • Kilometraggio a tale data
  • Il tipo di manutenzione o spesa
  • Il costo totale
  • Il luogo
  • Il motivo
  • Note personali

 

Nel caso delle manutenzioni sono comprese tutte le spese per il mantenimento e l’efficenza del veicolo.

Nel menu Manutenzione, dopo aver inserito Kilometraggio,data e ora andremo a cliccare sulla scritta “Tipologia di manutenzione”.

Cliccando li si aprirà un menu ulteriore che ci darà la possibilità di scegliere che tipo di manutenzione abbiamo effettuato ed il suo relativo costo

Screenshot_2016-04-16-11-10-20
Screenshot_2016-04-16-11-10-27
Screenshot_2016-04-16-11-10-43

 

Andando nel tasto seleziona vedrete comparire una lista come nella seconda foto e selezionate quella appropriata. Dopodichè vi chiederà di inserire il valore della manutenzione (nell’esempio 558 €) e cliccate ok.

Subito dopo riapparirà il menu principale delle manutenzioni con la voce scelta e il costo di fianco (potete aggiungere più interventi insieme,  come vedete nell’ultima foto) e non vi resterà altro che inserire il luogo (Milano nell’esempio) e cliccare su “v” in alto e avrete salvato la vostra Manutenzione.

Per quanto riguarda le spese i passaggi sono gli stessi ma Drivvo le ha intese come spese extra di gestione, ad esempio multe,pedaggi,biglietti ecc..

Screenshot_2016-04-16-11-34-52
Screenshot_2016-04-16-11-34-56
Screenshot_2016-04-16-11-35-02 (1)

 

Andando nel tasto seleziona vedrete comparire una lista come nella terza foto e selezionate quella appropriata. Dopodichè vi chiederà di inserire il valore della spesa e cliccate ok.

Subito dopo riapparirà il menu principale delle spese con la voce scelta e il costo di fianco (potete aggiungere più spese insieme) e non vi resterà altro che inserire il luogo, il motivo (lavoro,svago…)  e cliccare su “v” in alto e avrete aggiunto la vostra spesa.

 

REPORT DEI DATI

Dopo aver salvato tutti i vostri dati, Drivvo li immagazzina in una sorte di tabelle distinte per categoria di spesa e questo vi tornerà utile per visualizzare i vostri report.

Cos’è un report? Un report è un riepilogo di qualsiasi dato (numerico o no) che comprende le somme da un  dato periodo ad un altro,la media o altro.

In drivvo è possibile cosi capire quanto si è speso per ogni categoria di spesa selezionando un determinato periodo. Vediamo come:

Dal meno principale di avvio dirigetevi in alto a sinistra, cliccate nell’icona a tre sciscette e selezionate report.

Ora si aprirà una tabella del genere (ovviamente i dati presenti saranno relativi a quello che avete aggiunto voi):

Screenshot_2016-04-16-12-28-23
Screenshot_2016-04-16-12-29-12

 

Nella seconda schermata avete l’opzione di scegliere anche il periodo di riferimento dove Drivvo dovraà cercare i record aggiunti (nell’esempio dal 01-01 al 31-01/16).

Come vedete l’applicazione ha diverse sezioni di report e potete selezionare quelle che volete.

Nella sezione Generale lui sommerà tutti gli importi di qualsiasi voce appartenente al periodo selezionato, dandovi il totale, la media spesa giornaliera, l’incidenza della spesa ad ogni km fatto, la distanza coperta e la media Km al giorno.

Ovviamente se vi sposterete nella sezione rifornimento i dati cambiano, poichè visualizzerà solo le spese derivanti dai rifornimenti, i km percorsi da stazione a stazione, la media giornaliera, i km/L medi e i litri immessi.

Stessa schermata di report per spese e manutenzioni con costo totale,costo al giorno e incidenza del costo per KM percorso.

Screenshot_2016-04-16-12-45-25

 

SINCRONIZZAZIONE DATI

Drivvo, come ormai la stragrande maggioranza delle app in circolo, offre una funzione di sincronizzazione e backup dei dati salvati.

Questo per garantire all’utente che, nel caso di sostituzione device o reset, i dati immagazzinati non vadano persi e si possano avere disponibili anche su più dispositivi.

Per impostare la sincronizzazione dirigetevi nel menu principale,in alto a sinistra e selezionate “Impostazioni”.

Il menu che si aprirà vi darà poi anche la possibilità di settare molte altre cose:

  • i vostri veicoli
  • i vostri “motivi”
  • i nomi dei distributori
  • il tipo di carburante, di spese e manutenzione
  • le località
  • le unità di misura
  • il mio account

Proprio quello che ci interessa ora è la voce “il mio account”.

Cliccando sopra a questa voce, se lo avete gia configurato, apparirà una scheda dove c’è il vostro nome,cognome,email,sesso ed opzionale Patente di guida e scadenza.

Screenshot_2016-04-16-13-29-16Qui potete solamente modificare i dati gia inseriti ed aggiornali.

Se invece non avete creato un account in precedenza, cliccandoci sopra vi verrà chiesto di farlo

Screenshot_2016-04-16-13-24-50
Screenshot_2016-04-16-13-24-56

Create l’account con il servizio che preferite (Faceboook,Google,Mail personale..) e date ok.

Una volta fatto tornate in impostazion e cliccate “Sincronizzare i dati” per salvare i vostri record nel cloud Drivvo e poterli esportare anche in un altro device.

LE SUE PECCHE

Diciamo che nel complesso non riserva brutte sorprese poichè l’uso è sempre scorrevole,chiaro e semplice ma a volte le pubblicità presenti in fondo alla schermata sono un pò fastidiose.

Per rimuoverle Drivvo offre un abbonamento annulae pari a circa 6 €. Una cifra più che ragionevole.

VOTO: 9/10

Source: Applicazioni4You

Diordini@hightechpoint.it

PING TOOLS – Connessione senza segreti

Quante volte hai voluto sapere informazioni sulla connessione ma non sei uno smanettone?

Quante volte ti sei chiesto: “chi è connesso alla mia rete oltre a me?”

Almeno una volta da quando hai l’ADSL in casa una di queste domande te la sei fatta e noi ti diamo la soluzione.

PING-TOOLS è un app molto utile a tale scopi, poiché connettendosi alla tua rete Wi-Fi è in grado di restituirti info sul tuo IP,sui device collegati alla tua rete e tanti altri dati utili in materia internet.

La potete scaricare comodamente dal PlayStore (qui) e istallare in pochi secondi.

La sua grafica è molto basilare ma arriva subito alla funzione per la quale è stata creata, senza troppi meccanicismi.

 

LE FUNZIONI PIU’ UTILI

 

INFORMAZIONI SULLA TUA RETE

Come accennato sopra, quest’app permette di reperire informazioni riguardanti la rete alla quale siete connessi.

Ad esempio se avete necessità di configurare un port-forwarding, abilitare delle porte specifiche nel router, impostare un dispositivo con il vostro gateway e Ip questo tool vi salverà la vita.

Appena istallato, entrate nella schermata principale ed in automatico vi proietterà un grafico,come quello sotto, dove ci sono elencati:

  • Local-ip: cioè l’indirizzo Ip del dispositivo che state usando
  • Gateway: L’ip generico del vostro router o punto d’accesso
  • External-ip: l’ip che rende individuabile la vostra connessione dall’esterno
  • Nome della connessione e potenza del segnale
  • Dispositivi che sono connessi alla vostra rete
Screenshot_2016-04-11-22-10-25

Inoltre dirigendovi nella parte alta dell’app, a sinistra, e cliccando nell’icona a 3 striscette, abiliterete l’apertura di un menu dove verranno elencate tutte le sue funzioni.

Screenshot_2016-04-13-11-31-43

 

FAI IL PING

Un altra funzione interessante è quella di testare il PING della connessione, cioè il tempo di risposta in base alla richiesta effettuata alla tua connessione (più il ping sarà basso,in ms, e più la reattività all’aggiornamento dati della tua connessione sarà alto.

Per fare questo brevissimo test dirigetevi nella schermata descritta precedentemente e cliccate su PING.

Una volta fatto troverete una nuova schermata dove inserire un  indirizzo internet o url da testare.

Screenshot_2016-04-13-12-41-23Il test rimanda dei risultati con dei numeri espressi in ms che denotano la velocità o meno di risposta della vostra connessione.

VERIFICA LE TUE PORTE

Dalla stessa schermata del punto precedente andremo ora ad analizzare il discorso delle porte. Per chi non lo sa le “Porte” non sono altro che dei varchi o accessi virtuali che il vostro provider può avere o meno abilitato permettendovi o limitandovi l’accesso a determinate funzioni web.

L’applicazione svolgerà solo una funzione di controllo se queste porte sono abilitate, ad esempio le porte P2P o la porta 80 essenziali per giocare online con le vostre console o scaricare dal torrent, dandovi però la possibilità di indificare quali sono quelle disabilitate che potrete cosi abilitare manulamente dal vostro router (se non siete esperti meglio chiamare un tecnico).

WHOIS

Whois è un utile funzione che vi aiuterà a rintracciare il titolare di un sito web e la sua identità.

In che modo?

Prendiamo ad esempio facebook.com , apriamo l’app e selezioniamo “Whois”, dal menu a sinistra.

Inseriamo il link evidenziato sopra nella casella bianca e clicchiamo “Whois”.

Immediatamente avrete una lista piena di righe che descriveranno :

  • intestatario del dominio internet
  • indirizzo dell’intestatario
  • server usato per l’immaganizzazione dei dati del sito
  • ……. e molto altro

LE SUE PECCHE

L’applicazione non ha grosse pecche, anzi anche a sforzarsi non ne abbiamo trovate.

 

 VOTO: 9/10

Source: Applicazioni4You

Diordini@hightechpoint.it

VIVINO – l’esperto enologo in tasca

Vi capita di andare la ristorante o stare tra amici ed essere curiosi sul vino che state bevendo? Magari non siete degli esperti ma da oggi c’è un  App che fa al caso vostro: VIVINO.

VIVINO è un App scaricabile dal market Gplay (qui) che viene in aiuto ai meno esperti di vino.

Una volta scaricata si aprirà una schermata generica simile ad un notiziario ma incentrato sui vini, catalogati per prezzi: ad es. “I migliori vini a partire da 15€”.

Screenshot_2016-04-04-18-27-17

Ora direte, capirai che App!

State calmi, non finisce qui, infatti Vivino offre altre caratteristiche e cioè vi da la possibilità di scansionare l’etichetta della bottiglia che avete davanti per ricavarne descrizione completa,caratteristiche e le valutazioni che altri utenti ne hanno dato magari bevendolo.

Andiamo ora a vedere come fare, elencando tutte le sue migliori caratteristiche.

 

LE FUNZIONI PIU’ UTILI

SCANSIONE ETICHETTE

Come gia accennato sopra l’applicazione offre la possibilità di scansionare le etichette dei vini che avete davanti. Ma in che modo?

Avviate l’applicazione e in una a case delle schede dell’app andate a cliccare l’immagine rossa in basso con l’icona della macchinetta fotografica.

Appena cliccherete li l’applicazione aprirà la vostra fotocamera, dandovi la sagoma dentro la quale inquadrare l’etichetta, premete ok e scattate la foto

Screenshot_2016-04-04-18-30-06

Appena avrete scattato la foto Vivino cercherà nel suo database una corrispondenza di etichette. In caso negativo vi chiederà di rifare una nuova foto oppure di inserire l’etichetta fotografata come nuova in database (nel caso sia un nuovo vino ancora non catalogato).

In alternativa, se non vogliate scattare foto o avete per caso scattato delle foto alla vostra tavolata, dove l’etichetta si vede bene, e non avevate li con voi l’applicazione potete comodamente scagliere una foto da far valutare a Vivino direttamente dalla galleria.

Dala schermata principale cliccate l’icona della fotocamera in basso e poi, a destra, l’icona a forma di fotografia o immagine. Apparirà una cosa cosi:

Screenshot_2016-04-04-18-30-41

Se trova una corrispondenza verrà mostrata una schermata del genere con valutazioni degli utenti,commenti e descrizione del vino.

Screenshot_2016-04-04-18-37-17

SCANNER ELENCO VINI

Simile alla funzione sopra citata, lo scanner elenco vini non è altro che la possibilità di fotografare una carta dei vini (dove sono elencati i vini della casa o del ristorante) dalla quale Vivino, se avrà una buona corrispondenza tra testo e vino, estrapolerà le informazioni di ogni singolo vino.

Dalla schermata principale cliccate sempre l’icona a forma di macchinetta fotografica ma dovrete selezionare un altra iconcina bianca a sinistra a forma di libricino. Cliccate OK e poi scattate.

Screenshot_2016-04-06-13-04-07
Screenshot_2016-04-04-18-38-41

 

CONFRONTA VINI

Un altra caratteristicca è quella di poter confrontare diverse etichette di vini tra loro, mettendo a confronto caratteristiche,opinioni e qualità.

Cliccate nell’ultima delle icone , con le 3 bottigliette, poi su ok e scattate una dopo l’altra le foto dei vostri vini da confrontare.

Screenshot_2016-04-06-13-04-39
Screenshot_2016-04-04-18-42-26

 

STORICO SCANSIONI E “CANTINA PERSONALE”

Vivino vi offre inoltre una facciata dove riepiloga tutto quello che avete scansionato,votato,valutato,confrontato a livello di vini. Potrete inoltre vedere quali sono stati i vostri preferiti, magari navigando anche tra le recensioni di altri utenti.

Per accedere a questa scheda basterà andare nella parte alta dell’applicazione e cliccare nella seconda icona, con due bottiglie, e si aprirà questa interfaccia

Screenshot_2016-04-06-13-26-40

CONSIGLI DALL’APP VIVINO

Un altra sezione per appassionati del vino è sicuramente quella che propone articoli e news dal mondo vinicolo, con aggiornamenti su vari summit dedicati all’argomento, su quali siano i migliori vini in base ad una certa fascia di prezzo ecc…

Per vederla cliccate nell’icona in alto, nella home, a forma di scudo

Screenshot_2016-04-04-18-28-34

LE SUE PECCHE

 

Vivino presenta un iniziativa ottima e di gran lunga innovativa ma ancora presenta qualche limite, con un database non proprio vastissimo o perlomeno dal nostro uso è scaturito che alcune delle bottiglie scansionate non siano state riconosciute. Nulla è perfetto, ci mancherebbe, e per questo non giudichiamo queste imperfezioni come gravi.

Una cosa che può dare un pò fastidio invece è il fatto che, nell’area personale, se si vuole accedere alla propria cantina, cioè ad un elenco di vini magari scansionati o catalogati in base ai nostri viaggi o recensioni lette fatte da altri utenti, è previsto il pagamento di una tariffa a partire da 4,49 €/ mese. Per fotografare bottiglie,leggere recensioni e caratteristiche dei vini pare un pò eccessivo.

VOTO: 7/10

Source: Applicazioni4You

Diordini@hightechpoint.it

EVERNOTE – le tue note sempre con te

Hai un evento che non vuoi dimenticare? La lista della spesa è troppo lunga? Stai ascoltando della musica e vorresti segnarti il nome delle canzoni da scaricare? Evernote ti risolve il problema!

Potentissimo ma leggerissimo programma che ti consente di immagazzinare notizie,post,appunti,eventi,screenshot e file multimediali che potrai andare a ripescare in qualsiasi momento,in qualsiasi luogo e, a sincronizzazione avvenuta con il server Evernote, da qualsiasi dispositivo sul quale inserirai i dati del tuo account.

La sua configurazione è semplice: basterà creare un account (qui) o direttamente, dopo averla scaricata, dall’applicazione del market GooglePlay (qui) inserendo i dati necessari (email e password) .

LOGIN

Schermata principale del sito Evernote

Schermata principale primo avvio da Smartphone

 

 

Una volta che creerete l’account avrete fra le mani un arma potente ma leggera in grado di semplificarvi la vita.

 

LE FUNZIONI PIU’ UTILI

CONDIVISIONE NOTE

Con Evernote dimenticatevi il fastidioso copia e incolla di note da un cellulare all’altro, la sincronizzazione in fantomatici cloud esterni. Scrivete le vostre note, da qualsiasi dispositivo compatibile, inserite le vostre credenziali, sincronizzate e tutti i vostri device con Evernote istallato riceveranno le stesse informazioni, modifiche o eliminazioni.

Per aggiungere una nuova nota,un appunto,un file allegato è semplicissimo:

Dalla schermata principlae del vostro smartphone basterà cliccare il tasto verde “+”

Screenshot_2016-04-05-18-34-03

una volta cliccato si aprirà una seconda schermata con un elenco di voci selezionabili

Screenshot_2016-04-05-18-34-46

A questo punto potete scegliere di creare una nota partendo da:

  • Fotocamera: avvierà la vostra fotocamera e vi permetterà di scattare una o più foto che verrà allegata poi alla nota
  • Allegato: aprirà una finestra di ricerca interna al vostro dispositivo per trovare allegati (come pdf ,file word ecc) da aggiungere alla nota
  • WorkChat: vi permette di creare una sorta di chat in team, se lavorate nello stesso account Evernote con più colleghi
  • Promemoria: vi permette di creare una nota temporizzata e cioè una nota alla quale assegnare una data e un ora nella quale il dispositivo verrà attivato o fatto suonare per ricordarvi che sta arrivando quell’evento da voi segnato
  • Scrittura a mano: vi permette di aprire un interfaccia dove Evernote vi da la possibilità di inserire un testo a mano libera, cioè scrivendo con il dito o la S-Pen
  • Nota testo: classica nota testo di Evernote che si presenta con una schermata bianca dove si richiede di aggiungere un titolo ed un testo sotto.

Una volta scelta la vostra tipologia non vi resta che salvare,attendere qualche secondo che si sincronizzi il tutto e i vostri dispositivi saranno nuovamente aggiornati con le ultime note.

 

I TACCUINI

I taccuini di Evernote sono una risorsa indispensabile per chi ha una miriade di note,annotazioni,file da salvare,promemoria lavorativi ecc. Di fatto i taccuini rappresentano le categorie di appartenza di ogni nota  (lavoro,svago…), cosi poi da ritrovarle navigando semplicemente per categorie.

 

LE SUE PECCHE

 

Qui, come per altre app gia recensite, non abbiamo delle pecche da segnalare a livello strutturale ma solamente per quano riguarda limitazioni più o meno sgradevoli.

Ovviamente diciamo che gli sviluppatori delle app,quelle anche più usate e funzionali, debbano avere la giusta remunerazione ed Evernote propone dei piani abbonamento in base agli upload o caricamenti di note mensile che andrete a fare.

Come notate ci sono tre piani che consentono un certo numero di upload,quantificati in MB. La pecca sta nel fatto che il piano gratuito,basic, prevede soli 60 MB di dati sincronizzati al mese che, per chi ne fa un uso sostanzioso e vuole un applicazione free, non sono molti.

Gli altri piani offrono da 1 Gb,il Plus, fino a 10 Gb,il Premium, di caricamenti mensili.

A voi la scelta!

 

VOTO: 9/10

Source: Applicazioni4You

Diordini@hightechpoint.it

QR CODE READER – Leggere i codici QR

Quasi tutti ormai avranno conoscenza di questi codici o si sono imbattuti in loro senza però sapere cosa significhino. Bene, c’è un App che fa al caso vostro ma prima spieghiamo cosa rappresentano questi “disegni”.

I codici,come quello sopra, sono detti QR ( dall’inglese Quick Response o risposta rapida) e rappresentano dati o informazioni criptate sotto forma visuale. Cosa vuol dire? In questo codice,generato da appositi software , vengono salvati tutti i dati relativi ad una informazione che vogliamo criptare con uno schema a matrice.

Ad esempio un codice Qr può contenere un link di una pagina di un sito, un codice di conferma di procedure di sicurezza,delle password ecc ecc..

Se esistono dei software per il criptaggio devono esistere anche dei decriptatori e qui QRdroid giunge in nostro aiuto.

L’applicazione,scaricabile da qui, non fa altro che interrogare ed analizzare questo codice.

In che modo?

Una volta istallato, qrdroid aprirà una finestra dove chiederà di vedere il codice QR che si ha in possesso e di inquadrarlo nella fotocamera del dispositivo.

Una volta fatto vi guiderà verso la migliore messa a fuoco e sentirete un suono di conferma non appena sarà riuscito a recuperare il contenuto criptato.

Una volta recuperato vi aprirà una finestrella dove vi mostrerà il risultato ottenuto( link web,immagine ecc ecc) e le azioni possibili da fare per completare la visualizzazione del contenuto.

 

LE FUNZIONI PIU’ UTILI

MAI PIU’ LINK

Con i decriptatori di codici qr,in questa caso Qr code reader, dimenticatevi di portare con voi note su note di link da recuperare o d iscrivere l’indirizzo del vostro sito web per esteso. Basterà utilizzare un semplice codice QR, configurabile anche tramite web (qui), da far scnasionare con qr code reader o altre app che sappiano leggere i QR ed il gioco è fatto.

Tanto è stato il successo di questi codici che negli ultimi anni sempre più compagnie hanno implementato nelle loro procedure di sicurezza le loro funzioni.

Ad esempio le aziende prodruttrici di Modem/router appongono un QR nel pannello posteriore del dispositivo che permette di connettersi alla rete senza stare ad immetere password o cliccare il tasto “WPS”, cosi come banche ed enti pubblici ,comeUnicredit, richiedono come autenticazione aggiuntiva da parte dell’utente la scansione di un QR-code.

MEMORIZZAZIONE

Una belle caratteristica di questa app è quella di memorizzare tutte le scansioni qr effettuate, con relativi link, che potrete cosi recuperare in altri momenti semplicemente aprendo l’applicazione dal vostro dispositivo e cliccando in alto a destra sull’icona a forma  di orologio o cronologia web.

 

LE SUE PECCHE

Le pecche sono quasi intangibili,poichè trattasi di un applicazione molto basilare e con interfaccia stilizzata ma ad essere pignoli a volte la messa a fuoco del codice ,e conseguente scansione, non è proprio immediata o nitida. Per il resto nulla da obiettare.

 

VOTO: 9/10

Source: Applicazioni4You

Diordini@hightechpoint.it

DROPBOX – I tuoi file in cloud

Tutti quanti, chi più e chi meno, abbiamo file,foto,documenti importanti da salvare e che vorremmo però portare sempre con noi, accedervi da ogni luogo con facilità.

Sapete come farlo? Usate DropBox.

Dropbox è un applicazione versatile e utilissima che permette a chi ne fa uso di creare un proprio spazio virtuale (minimo 15 gb con espansioni a pagamento) dove poter caricare qualsivoglia file, da una foto a un testo di Word, da un .pdf ad un Video e tanto altro ancora.

Con Dropbox potrete con facilità condividere anche i vostri file,ad esempio se avete un sito web ricco di contenuti e volete fare scaricare dei documenti o intere cartelle compresse ai vostri visitatori?

Dropbox  cio che fa per voi poichè potrete:

  • creare cartelle criptate da password
  • elencare,tramite indirizzo email,chi può accedere a determinati contenuti
  • condividere tramite link un singolo file,un archivio o un documento

COME CONFIGURARLO?

Dropbox può essere configurato online (qui), oppure direttamente da device android nel PlayStore (qui) (ora la maggiorparte lo incorporano gia da impostazioni di fabbrica).

Se decidete di accedere via web per creare il vostro account, dirigetevi nella parte in alto a destra su “Crea account”:

 

 

 

Una volta creato l’account vi potrà essere richiesto di confermare il vostro indirizzo mail tramite un codice da clickare presente nella vostra casella da parte di Dropbox.

Verrete reindirizzati nel pannello principale dell’applicazione che apparirà cosi:

Ovviamente nel vostro caso se non eravate gia utenti la pagina apparirà vuota ma per aggiungere qualcosa basterà cliccare il tasto ” Carica” in cima a destra.

 

LE FUNZIONI PIU’ UTILI

CONDIVISIONE FILE MULTIPIATTAFORMA 

Una volta scelto il file da caricare questo verrà aggiunto alla schermata principale di Drop box.

Ora andate nel vostro device dice avete scaricato dal PlayStore l’applicazione, apritela ed inserite email e password.

Qualche secondo d’attesa e…. sorpresa! Quello stesso file che avete aggiunto tramite portale web è presente anche sul vostro dispositivo.

Altresì potete aggiungere file,foto,documenti direttamente dal cellulare e ritrovarlo su PC o comunque su ogni dispositivo dove è possibile configurare Dropbox.

I file possono essere condivisi da tutte le piattaforme:

  • sottoforma di link da copiare e incollare (ad esempio inviandolo per mail,whatsapp,Skype ecc) cliccando, sopra il file desiderato o la cartella,col tasto destro del mouse e selezionando “copia link”

  • Sottoforma di invito ad accedere alla cartella o al file procedendo come al punto precedente ma selezionando “invita alla cartella” e inserendo gli indirizzi mail di chi vorrete far accedere

SALVATAGGI E BACKUP AUTOMATICI

Impazzite sempre per dover aggiornare i vostri backup di foto del cellulare per la paura di perderle?

Aspettate di correre a casa per salvare le vostre foto sul pc?

Con dropbox non vi dovrete più preoccupare poichè dispone della funzione di caricamento e sincronizzazione media automatico (foto,video..) in ogni momento in qui siete connessi a una wifi (per non consumare tarffico 3G) o da Sim mobile (se impostato diversamente).

La funzione di sincronizzazione sfrutta la capacità di dropbox di interagire con la vostra galleria ed ogni volta che scatterete o riprenderete qualcosa dalla vostra fotocamera l’applicazione confronterà l’archivio online gia salvato con i file nel cellulare per identificare i dati da aggiornare.

Inoltre l’applicazione è in grado di identificare ogni file che voi scaricate sul cellulare (allegati pdf,immagine scaricate da internet,srceenshot,e file di ogni genere scaricati dal web) chiedendovi però ,con un messaggio push, se volete salvarlo in dropbox cosi da conservarlo in sicurezza e ritrovarlo in ogni dispositivo associato.

 

GUADAGNI SE INVITI

Come per la stragagrande maggioranza degli applicativi in internet la condivisione e la sponsorizzazione ha sempre un ritorno verso chi la fa. Dropbox attua la potitica della condivisione ad amici e conoscenti.

Questa condivisione avviene in fase di sottoscrizione del piano free di dropboxx che include circa 2 gb di spazio server ma…magia… quest’ultimo può aumentare in base agli amici che inviterete a conoscere dropbox e che, se siete fortunati,istalleranno l’applicazione sul loro cellulare,tablet o Pc.

Ogni amico che finalizzerà questo processo vi farà guadagnare 500 MB di spazio Free fino ad un massimo di 16 GB.

LE SUE PECCHE

Nonostante gli elogi,la grande duttilità del multipiattaforma e la sua facilità di utilizzo diciamo che dropbox riscontra alcune pecche sul lato del prezzario per account non free o comunque al di sopra dei gb che vi verranno offerti in base agli amici presentati.

Chi come me, ad esempio, scatta molte foto o video e le carica in dropbox sistematicamente, va a colmare i Gb free in fretta con sole 3 chance per continuare a farlo:

  1. eliminare vecchi contenuti e guadagnare cosi spazio web
  2. invitare più amici (ma se avete gia ottenuto 16 GB è inutile)
  3. Pagare una tariffa di circa 99 € /anno per uno spazio fino ad 1TB

 

VOTO: 7,5/10

Source: Applicazioni4You

Diordini@hightechpoint.it

SHAZAM – Musica a suon di click

Sei in macchina o a fare la spesa e alla radio sta passando la tua canzone preferita ma non sai il titolo? Nulla da preoccuparsi! C’è Shazam!

Shazam è un utilissima applicazione Android che permette all’utente di salvare il nome di una canzone o di una traccia audio semplicemente facendola ascoltare a Shazam.

Come funziona?

Intanto dovrete scaricare Shazam (qui) sul vostro dispositivo.

Una volta fatto non dovrete configurare niente ma penserà a tutto l’applicazione e in pochi secondi sarà pronta a svolgere il suo compito.

Aperta l’applicazione non servirà altro che mettere il dispositivo accanto alla fonte che sta emettendo la canzone e premere il tasto rotondo con il logo di shazam, attendere qualche secondo e l’app avrà salvato il titolo della traccia sul vostro dispositivo.

Tutto ciò funziona analizzando il suono catturato e confrontando l’impronta digitale che è basata su un grafico tempo-frequenza chiamato spettrogramma. L’identificazione delle canzoni viene fatta esaminando un database di circa 11 milioni di tracce.

Shazam è una delle app più famose al mondo, utilizzata da oltre 100 milioni di persone ogni mese per identificare canzoni, trovare testi e, adesso, scoprire la musica Shazammata dagli artisti stessi.

 

LE FUNZIONI PIU’ UTILI

 

MAI PIU’ NOTE O NOMI SBAGLIATI

Come descritto sopra Shazam è l’app che fa per voi che siete viaggiatori o affamati di musica.

Vi capita di stare in treno, in auto, alla metro o al bar e passa alla radio una bellissima canzone di cui ignorate il nome?

Con un click Shazam memorizza la canzone, la salva fra i vostri “tag” e potrete cosi, successivamente, andarla a riascoltare su Youtube, Spotify,Play Music eccc…

SALVA PER DOPO

Shazam per funzionare ha bisogno di una connessione di rete,che sia 3G o WiFi non importa, che permetta di estrapolare dall’audio catturato una traccia musicale e un titolo.

Ma… se non c’è connessione?

Shazam ha la funzione di memoria Tag,chiamiamola cosi, che consiste nel salvare il tag spettrometrico della canzone ascoltata per poi anallizzarlo una volta che tornerete online.

Traduzione: Non c’è connessione ora ma abbiamo salvato il tuo tag e ti avvertiremo quando troveremo una corrispondenza

 

CONDIVISIONE

Shazam non è solo un analizzatore di suoni ma è anche un social-song, vale a dire un network attivo fatto di persone che condividono i loro tag, formando delle classifiche in base alle volte che un brano viene shazammato, anche tramite app esterne come Facebook,WhatsApp,Twitter,G+ …

Puoi vedere la musica che ascoltano i tuoi amici, condividere con loro i tuoi gusti,far sapere cosa hai taggato di recente o vedere cosa taggano anche gli artisti delle canzoni da te catalogate.

 

LE SUE PECCHE

Anche qui su Shazam non è che ci sia un granchè da dire di negativo, forse che di tanto in tanto non riesce a captare bene i suoni e di conseguenza non tagga le canzoni ma potrebbe derivare pure dal microfono del dispositivo.

 

VOTO: 9/10

Source: Applicazioni4You

Diordini@hightechpoint.it

AIRDROID – Condivisione over the air

Stanco di tutte le applicazioni di spostamento dati,applicazioni e che soprattutto sono lente o macchinose? Usa AirDroid!

AirDroid è un applicazione che,istallata su pc e dispositivo mobile, offre la possibilità,tramite connessione WiFi, di spostare documenti,musica,file,immagini dal dispositivo al computer e viceversa.

Ecco nel dettaglio tutto quello che offre AirDroid:

  • SMS: invia e ricevi messaggi singoli o di gruppo.
  • File: trasferisci i file dal dispositivo Android al computer e viceversa da qualsiasi rete.
  • Riproduzione delle notifiche: riproduci sul computer le notifiche del telefono da tutte le applicazioni che hai consentito.
  • AirMirror (beta): assumi il controllo completo di Android e utilizza qualsiasi applicazione, come WhatsApp, WeChat e Line. (è necessario il root; solo sulle versioni per Windows e Mac di AirDroid)
  • Contatti: visualizza e modifica tutti i contatti.
  • Foto: traferisci le foto dal dispositivo Android al computer e viceversa.
  • Canzoni e video: riproduci e gestisci le canzoni e i video sul dispositivo Android e trasferiscili dal dispositivo Android al computer e viceversa.
  • Suonerie: imposta una canzone come suoneria ed esporta le suonerie.
  • Schermate: visualizza la schermata dei dispositivi Android in tempo reale e cattura delle schermate statiche. (è necessario il root)
  • Applicazioni: importa ed esporta i file .apk.
  • Fotocamera: guarda attraverso le lenti delle fotocamere anteriore e posteriore.
  • URL: invia un URL al dispositivo Android e aprilo con il browser Web predefinito.
  • Appunti: condividi il contenuto degli Appunti dal dispositivo Android al computer e viceversa.

Per utilizzare Airdroid dovrete iscrivervi sul suo portale (qui) e creare un account.

aird

Appena fatto questo, scaricate l’applicativo desktop , e la sua applicazione nel market (qui) .

A questo punto inserite le credenziali immesse in fase di creazione in entrambe le applicazioni e potrete cominciare a gestire e sfruttare tutte le potenzialità di AirDroid.

 

LE FUNZIONI PIU’ UTILI

 

GESTIONE E CONDIVISIONE FILE

Airdroid ha una caratteristica ben precisa e funzionale: la condivisione dei file (musica,documenti,video ecc).

Per fare ciò non serve nulla di complicato e dimenticate fili,filetti,cavi e adattatori vari o bluetooth. Basterà la vostra rete Wifi di casa.

Ecco come fare:

  • Inserite le credenziali create (password ed email) nell’app android
  • Loggatevi alla pagina di Airdroid (qui)

Svolti questi passaggi troverete nel portale web un interfaccia del genere

airdroid_login

Vedrete una riproposizione virtuale di un desktop con vere e proprie cartelle,a sinistra, e con i dettagli del vostro device mobile (memoria disponibile,batteria,modello…),a destra.

Cliccando su una delle cartelle, ad esempio musica, Airdroid andrà a comunicare tramite WiFi col vostro dispositivo e in men che non si dica mostrerà tutti i brani a video, con possibilità di scaricarli sul pc o ascoltarli solamente.

droid_music

Questa procedura è ripetibile per tutti gli altri tipi di file come musica,video,suonerie,foto ed oltre che scaricare si possono pure caricare file dal pc al cellulare.

Cliccate ad esempio sull’icona “Foto” e selezionate in alto a destra “Carica”. Si aprirà una finestra cosi:

carica

Ora non vi resta che cercare nel pc le foto (ripeto è una procedura esempio che può essere fatta anche con video,file,suoni e documenti) e trascinarle nel riguadro che vedete o selezionarle pigiando “Seleziona file”.

In pochi secondi il vostro archivio nel cellulare sarà aggiornato con i nuovi contenuti.

 

GEOLOCALIZZAZIONE

Perso il cellulare o il tablet? Te l’hanno rubato? No problem, Airdroid include la funzione “Trova il mio dispositivo”.

Un applicativo un pò come “Trova il mio Iphone” di Apple ma con un pò più di stile.

Intanto vediamo come fare per attivare questo servizio.

  • Entrate nell’app dal vostro device mobile
  • Cliccate nell’icona Trova Telefono
  • Accettate le condizioni di accesso alla posizione da parte dell’app
  • Assicuratevi che l’icona diventi come nell’immagine sotto (gialla e “ON”)

screenshotOra da Pc selezionate l’icona “Trova telefono” e vi verrà richiesta la password e di attivare il GPS (senza il quel la localizzazione sarà fatta tramite WiFi ma con errori non indifferenti).

In pochi secondi il portale web vi ricondurrà alla posizione del vostro dispositivo.

mappa

Se invece sieti sicuri di averlo con voi ma nel trambusto magari vi è caduto tra i scatoloni del trascloco o in macchina, questa funzione mette a disposizione la possibilità di far squillare il cellulare con la vostra suoneria.

Cliccate fai squillare (icona campana) nel riquadro nero dell’immagine sopra ed in 2 secondi il cellulare o il tablet si animerà con la suoneria predefinita delle chiamate.

 

CHIAMARE,MANDARE SMS E NOTIFICHE

Airdroid mette a disposizione anche la possibilità di gestire SMS o chiamate direttamente via web,utilizzando però la rete del cellulare, semplicemente cliccando nelle icone Messaggi e Contatti.

Cliccando in messaggi avrete a disposizione l’elenco dei messaggi di testo inoltrati e ricevuti a/da i vostri amici o conoscenti, con possibilità di rispondere subito sotto o di creare un nuovo messaggio.

messaggi

Cliccando Contatti Airdroid sincronizzerà il portale con la vostra Rubrica, elecando i nomi e dando la possibilità nelle singole schede di:

  • inoltrare chiamata (che verrà poi gestita da cellulare)
  • creare un nuovo messaggio di testo

Inoltre potrete pure aggiungere,modificare o eliminare i contatti direttamente dall’interfaccia Web.

contatti

 

LE SUE PECCHE

 

Airdroid è stata una piacevolissima scoperta, usato tutt’ora quotidianamente e che, nonostante il nostro imegno a trovare una pecca, non ci ha riservato spiacevoli sorprese.

Se proprio vogliamo essere fiscali possiamo dire che offre solo una soglia mensile di 200 mb di scambio file tra pc e dispositivi mobili nell’account FREE che, nella maggiorparte dei casi, non bastano mai se ti abitui ad usare Airdroid.

I piani da loro attualmente offerti sono:

2016-03-29 21.05.20A voi la scelta.

 

VOTO: 10/10

Source: Applicazioni4You

Diordini@hightechpoint.it

FIREFOX – La volpe del web

Problemi di navigazione da mobile? Il browser predefinito del vostro device non vi soddisfa?

Eccovi Mozilla Firefox versione App android, uno dei migliori e più usati browser del mondo!

Design snello,fluidità nell’esecuzione e leggerezza sono le sue caratteristiche principali.

Il suo utilizzo è semplice e vi permette di:

  • navigare inserendo url o parole singole nella barra degli indirizzi
  • salvare i vostri preferiti
  • salvare le password dei siti più usati
  • fare lo switch da visualizzazione di un sito da mobile a desktop
  • sincronizzare i dati,password,cronologia e preferiti su tutte le vostre istallazioni Firefox (sia app che desktop)
  • Navigare in incognito (cioè attivare una modalità senza traccia di navigazione)
  • Istallare Plug-in (piccoli programmi utilissimi per svariate funzioni)
  • Tenere traccia dei download effettuati

Intanto partiamo dalle basi. scaricate la vostra app dal market Android qui (circa 25-30 MB).

 

LE FUNZIONI PIU’ UTILI

FIREFOX SYNC

Ad istallazione terminata l’app vi chiederà subito di accedere col vostro account Sync.

Cos’è sync? Avete presente le tanto decantate “Nuvole” Apple o Cloud? Be Firefox, nel suo piccolo, racchiude quella funzione di immagazzinamento dati relativi alle vostre navigazioni.

Se avete magari Firefox nel vostro portatile o desktop e avete anche molti preferiti salvati, password ecc vorrete di certo che la comodità di accedere ad un sito in 2 click vi sia data pure sullo smartphone.

Se non l’avete gia fatto quindi recatevi tramite il cellulare o il Pc sulla schermata principale di Firefox, andate in alto a destra e create il vostro Account Sync (occore solo una mail e una password).

Ecco come fare:

Inserite una mail e una password nelle caselle indicate sopra,la vostra data di nascita e cliccate su Next (o avanti).

Ecco fatto! Ora il vostro account Sync sincronizzerà tutti i dati che salverete,o avete gia salvato, dal vostro pc al vostro device e viceversa.

Per attualizzare tutti  i Firefox istallati nei vostri device basterà reinserire questi dati (email e password) in ognuno di essi cliccando su Accedi.

 

NAVIGAZIONE IN INCOGNITO

La navigazione in incognito si attiva facilmente andando sempre in alto a destra, cliccando sull’iconcina che mostra le schede firefox attualmente aperte (da mobile). Si aprirà una nuova schermata con le schede e in alto un icona a forma di maschera di zorro.

2016-03-29 18.58.15Passate il dito li fino a che non vedrete la linea gialla sotto, dopodichè cliccate il tasto + a lato e navigate in tutta tranquillità.

Non lascerete tracce nella cronologia, nessun dato verrà salvato e sarete tranquilli e sicuri verso gli occhi indiscreti della gente.

SWITCH SITO MOBILE/DESKTOP

Quante volte vi capita di stare fuori e dovete accedere col vostro cellulare magari ad un sito che non ha ne App e ne una visualizzazione mobile friendly?

Oppure dovete per forza accedere da un Pc per modificare i vostri dati personali in un determinato portale?

Ora questi problemi sono finiti perche Firefox permette di attualizzare il contenuto visualizzato nel cellulare come se lo visualizzaste su Pc.

Screenshot_2016-03-29-19-12-46

Andate in alto a destra, cliccate la sezione con i 3 puntini e selezionate “Modalità desktop”. In un batterd’occhio Firefox trasmormerà il vostro device mobile in un Pc.

LE SUE PECCHE

Sostanzialmente da come avrete letto Firefox per noi ha avuto un ottima impressione ma, è innegabile che ogni tanto impazzisce o crasha senza motivo.

E’ uno dei browser open per eccellenza,in costante aggiornamento o modifica e anche in virtù di questo a volte presenta navigazioni non troppo fluide (passaggio da una scheda all’altra), aggiornamenti lenti o incompatibilità con alcuni script eseguiti in determinati siti.

 

VOTO: 8/10

Source: Applicazioni4You